• facebook
  • google-plus

Edil Laurentina srl

Home » RISTRUTTURAZIONE APPARTAMENTI » BONIFICA AMIANTO » Ispezioni e preventivi gratuiti
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ispezioni e preventivi gratuiti

Individuazione dei materiali contenenti amianto

ISPEZIONI VISIVE E MONITORAGGIO AMBIENTALE

LA VALUTAZIONE RISCHIO AMIANTO E' OBBLIGATORIA


Il D.M. 06/09/1994 obbliga tutti i Proprietari e gli Amministratori di Condominio ad effettuare il censimento e la mappatura, ossia l'individuazione dei Materiali Contenenti Amianto (MCA), all'interno degli immobili di proprietà o amministrati.

Le responsabilità e obblighi normativi si pongono a due livelli differenti a seconda che il Gestore della proprietà immobiliare (es. Amministratore di Condominio) sia anche Datore di lavoro (DdL) ai sensi del D.Lgs. 81/08 (quindi in presenza di personale dipendente quale portiere, pulitore, giardiniere, ecc).
In entrambi i casi il percorso delle attività da svolgere è lo stesso e consiste negli obblighi seguenti:

Per entrambi i soggetti è obbligatorio: CENSIMENTO E MAPPATURA DELL'AMIANTO (MCA) ALL'INTERNO DELLO STABILE
prima di qualsiasi altra attività, individuare la presenza di amianto negli immobili gestiti; in particolare:
Amministratore di Condominio: art. 12 co. 5 L. 257/92 e Allegato DM 06/09/94 - Punto 1
Datore di Lavoro (DdL): art. 248 D.Lgs. 81/08

In conseguenza alla presenza di materiale contenente amianto all'interno del fabbricato gestito va eseguita la VALUTAZIONE DEL RISCHIO per deteterminarne lo stato di conservazione, la pericolosità ed il rischio da parte di occupanti e dipendenti di venirne in contatto; in particolare:
Amministratore di Condominio: Allegato DM 06/09/94 - Punto 2
Datore di Lavoro (DdL): art. 28 D.Lgs. 81/08 e art. 249 D.Lgs. 81/08

Nel caso in cui non sia obbligatorio bonificare l'amianto individuato, poiché in buone condizioni manutentive e strutturali, identificare le necessità procedurali ed organizzative idonee a salvaguardare la conservazione dell'amianto e a preservare bassi livelli di rischio conseguenti. MANUTENZIONE E CONTROLLO E' anche obbligatorio in questo caso comunicare agli occupanti, ai fornitori ed ai prestatori d'opera la posizione del materiale contenente amianto nello stabile; in particolare:
Amministratore di Condominio: Allegato DM 06/09/94 - Punto 4
Datore di Lavoro (DdL): art. 26 co. 1 lett. B D.Lgs. 81/08

Nel caso in cui invece sia obbligatorio bonificare l'amianto individuato, sia l'Amministratore di Condominio che il Datore di Lavoro, saranno tenuti a seguire le indicazioni normative del Titolo IV del Dlgs 81/08 per i cantieri temporanei o mobili: CANTIERI DI BONIFICA

Il monitoraggio ambientale

Nell'ambiente nel quale è presente amianto deve essere misurata la concentrazione di fibre aerodisperse attraverso almeno 3 campionamenti.
La presenza di concentrazioni superiori a 20fibre/lt ( se determinate in MOCF ) o 2 fibre /lt ( se determinate in SEM ) possono essere indicative di una situazione di inquinamento in atto.
Il risultato della valutazione del rischio ottenuto tramite
- ispezione visiva del manufatto
- verifica del contesto
- monitoraggio ambientale
Porta ad individuare due tipi di intervento
a) programma di controllo e gestione dei materiali contenenti amianto
b) bonifica generale o parziale dell' amianto

Chiedi informazioni Stampa la pagina